L’E3 di Los Angeles è termintato da qualche giorno e con vari showcase i principali marchi del settore ci hanno fatto venire l’acquolina in bocca con tante novità, tra seguiti annunciati e nuove IP.
Tra conferenze studiate nel minimo dettaglio con concerti dal vivo ed allestimenti scenografici facciamo il punto della situazione andando al concreto di quanto presentato.

Nintendo

La storica casa di Kyoto fa sfoggio dei suoi titoli di punta, in particolare grande spazio dedica a Super Smash Bros Ultimate, tuttavia la grande N non propone grosse novità e alcuni dei titoli più attesi, come Bayonetta 3 e Metroid 4, rimangono assenti ingiustificati della kermesse.
Nonostante Nintendo annunci nuove partenership con sviluppatori terze parti per variegare il più possibile l’offerta del suo parco titoli, la conferenza ha mostrato probabilmente la tendenza della casa a preferire degli annunci mirati con eventi specifici, magari a sorpresa, piuttosto che ingigantire l’hype dei propri utenti con un solo colpo di mano in un palcoscenico grande come quello dell’E3.

Il gioco più interessante della presentazione è indubbiamente Fire Emblem Three Houses, che sembra uno splendido ritorno della saga di Intelligent Systems.

Electronic Arts

La conferenza della softwarehouse americana è stata quella di inaugurazione dell’edizione dell’E3 di quest’anno.
Forse la pole position non ha agevolato gli organizzatori della conferenza EA che non ha brillato.
Nonostante i molti titoli nel portafoglio EA non è stata particolarmente generosa di informazioni, in particolare con i nuovi titoli annunciati, come Star Wars: Jedi Fallen Order.
Il trailer con gameplay di Anthem forse l’unica nota positiva insieme allo spazio dedicato ai titoli indie.
EA annuncia inoltre il ritorno della Champions League in Fifa 19.

Bethesda

La softwarehouse colpevole di aver calamitato centinaia di ore dei videogiocatori sui propri prodotti, tra Fallout e Elder of Scroll si è ritagliata di anno in anno un attenzione del tutto particolare per i suoi annunci ed i suoi giochi di punta.
Lungo intervento di Todd Howard per presentare Fallout 76 che come da aspettative ha occupato gran parte della conferenza.
Rage 2, Doom Eternal ed il trailer di The Elder Scrolls VI che conferma l’autenticità del progetto completano il menu.

Square-Enix

Una delle conferenze più attese dai fan, soprattutto per Kingdom Hearts 3 e Final Fantasy VII Remake i quali fanno fare sospiri di attesa da oltre 10 anni.
Alcune delle notizie più interessanti tuttavia sono state date durante la conferenza di Microsoft creando quindi una sorta di showcase per Square-Enix divisa (o condivisa) a metà.
Se per Kingdom Hearts 3 buona parte del materiale era già stato snocciolato durante la conferenza di Microsoft, nuovo spazio hanno trovato Shadow of the Tomb Raider in uscita il 4 Settembre e il nuovo capitolo Dragon Quest XI .
Presentati poi due nuovi titoli, A Quiet Man di Platinum Games (che ci ha abituato a titoli innovativi e molto ben realizzati) e Babylon’s Fall .
Grandi assenti il progetto legato agli Avengers e proprio Final Fantasy VII Remake, di cui non sono stati rilasciati dettagli.

Ubisoft

Il colosso francese si presenta con una pentola che bolle di ingredienti piuttosto ricchi.
Primo tra tutti il seguito della saga Assassin’s Creed con Odissey che riprende in questa maniera il ciclo annuale di uscite proseguendo però spiritualmente sulla linea del suo predecessore Origins.
Altro seguito annunciato è The Division 2 che promette un secondo capitolo pieno di contenuti e nuove funzionalità.
Beyond Good and Evil 2 titolo molto atteso si presenta con un nuovo trailer e l’invito a tutti i giocatori di partecipare al programma chiamato Space Monkey che consente di prendere parte allo sviluppo.
Skull and Bones annunciato lo scorso E3 è un open-world che consentirà a tutti gli appassionati di fronteggiare altri giocatori a bordo di imponenti galeoni.
Trasference il gioco in realtà virtuale che catapulterà il giocatore all’interno di un thriller mozzafiato.
The Crew 2 se il primo capitolo non ha fatto gridare al miracolo, Ubisoft tenta di rilanciare questo videogioco che si presenta con un rocambolesco gameplay in cui è possibile ammirare tutti i bolidi che saranno disponibili al lancio.

Sony

Negli ultimi anni la casa di Tokyo è stata la regina del ballo guadagnandosi a suon di titoli in esclusiva di altissimo livello e presentazioni finemente studiate ed anche quest’anno ne promette delle belle.
The Last of Us part 2 è il filo conduttore della conferenza con la sala conferenza che diventa un’estensione del filmato del gioco.
Il tema musicale del gioco presentato da li è poco viene preceduto da una performance live di un musicista che lascia poi il posto al filmato, cercando di creare una continuità tra l’ambiente reale e quello di gioco.
Sempre in quest’ottica artistica viene presentato anche il sorprendente Ghost of Tsushima che si preannuncia come un pregevole action ambientato nel Giappone feudale dei samurai, dove gli scenari del sol levante faranno da poetica cornice a duelli a fil di katana.
Nuovo video di Death Stranding, il nebuloso gioco del maestro Hideo Kojima in cantiere da anni, nato forse dalle ceneri del progetto con Guillermo del Toro del remake di Silent Hill (abortito da Konami), mostra tutto e niente.
Stavolta non ci sono solo primi piani o scene di impatto ma vengono mostrate anche fasi di quello che potrebbe essere o non essere il gameplay. Il protagonista con le fattezze (ed il recitato) di Norman Reedux (il Derryl della serie Walking Dead) si fa carico sulle spalle degli oggetti piu disparati portandoli per lande inospitali o pareti rocciose con enorme fatica cercando di non incappare in esseri particellari particolarmente ostili in quello che sembrerebbe il gioco di fattorini più pericoloso (e lento) del mondo. Sappiamo tuttavia che Kojima è un comunicatore abilissimo che si diverte a spostare l’attenzione del proprio pubblico dove egli vuole, pertanto quanto visto sarà con ogni probabilità solo uno dei tanti elementi del gioco finale o addirittura un “messaggio” che l’autore ci lancia e che va preso per quello che è, magari proprio con lo scopo di destabilizzarci. Ciò che appare sicuro è la comparsa di altre due protagoniste femminili, ossia Lindsay Wagner e Lèa Seydoux.
Video con gameplay per l’atteso Spider-man gioco sviluppato dagli abili ragazzi di Insomniac (Spyro the dragon e Ratchet & clank) fa pregustare un open world dal gameplay molto agile e promettente senza però approfondire più di tanto la qualità della parte free roaming nonostante l’uscita imminente prevista per il 7 Settembre.
In maniera del tutto inaspettata viene annunciato con un breve trailer Nioh 2, di cui però non viene svelato molto,la presunta o meno esclusività su console PlayStation.
Dopo anni di sviluppo in esclusiva per Microsoft, Remedy torna a sviluppare titoli multipiattaforma. Tramite uno spettacolare trailer ci viene presentato Control, uno sparatutto in terza persona che ricorda Quantum Break.
Un topo che si muove all’interno di una dispensa e cerca di nascondersi da rumori molesti è il punto di vista con cui inizia il filmato di presentazione di Resident Evil 2 Remake, un annuncio che ha fatto andare in brodo di giuggile i fan considerata la qualità ed il grado di immersività mostrato nel trailer del remake di uno dei capitoli più amati della saga. Il 25 gennaio 2019 è la data da cerchiare di rosso sul calendario.
PSVR continua a beneficiare del supporto di Sony che presenta un gioco curato da Justin Roiland, creatore di Rick and Morty, che si intitolerà Trover Saves the Universe, che lascia già trasparire nosense e situazioni fuori di testa. Rivelato anche Déraciné, gioco dalle tinte alquanto malinconiche sviluppato da From Software.

Microsoft

La casa di Redmond esce malconcia dalle ultime edizioni dell’ E3 dove strategie di marketing e problemi vari hanno fatto pensare ad alcuni addirittura che stesse andando verso l’abbandono del settore console.
Ci si aspettava quindi una reazione per dare nuovo input e rilanciare il treno Xbox con un nuovo slancio e l’inerzia che merita.
Ebbene il cambio di rotta sembra avvenuto.
La conferenza Xbox ci ha mostrato in passerella 50 giochi fra cui 18 assolute anteprime e sebbene alcuni dei titoli più succulenti fossero multipiattaforma, la loro partner è stata proprio la console di Microsoft, mostrando come stia riallacciando i rapporti con le terze parti, continuando a far passare il concetto che il device migliore per godere dei suddetti titoli sia proprio Xbox One X.
Così l’annuncio bomba di Devil May Cry 5 da parte di Capcom segna il ritorno di una saga storica che ha rappresentato una svolta nei giochi action e che è stata messa da parte criminosamente per troppo tempo (qualcuno ha detto Onimusha?) avviene proprio durante la conferenza di Microsoft.
Allo stesso modo anche Kingdom Hearts 3 viene sfoggiato durante questa conferenza invece di attendere quella di Square-Enix.
Cyberpunk 2077 di CD Projekt (The Witcher 3) si mostra in un filmato con easter egg annessi e inserendosi di prepotenza nella lista degli action GDR da attendere e monitorare.
Pietra miliare della conferenza il trailer d’annuncio di Forza Horizon 4 che sembra non deludere le aspettative ponendosi come un must have per gli amanti dei giochi di corsa.

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi