Amico mio hai una console talmente vecchia che va a manovella…
Questa è una frase che tutti abbiamo detto o ci siamo sentiti dire in seguito al paragone tra la nostra apparecchiatura di vecchia generazione, sia stata questa una console o un pc, e quella dell’amico spaccone di turno.

Ebbene questa volta la console proposta dalla Panic è davvero a manovella e si presenta con un design vintage che ricorda un Game Boy Color quadrato.
L’interfaccia è semplice, analogamente al Game Boy i tasti per giocare sono una croce digitale e due tasti A e B … oltre alla misteriosa leva laterale che agisce come fosse, per l’appunto, una manovella.

Datemi una leva e….

Nessun sistema ecologico di ricarica che sfrutta la nostra forza per produrre l’elettricità di cui la console ha bisogno per funzionare, neppure un tasto di accensione vintage come era per le automobili degli anni ’20, la manovella è una leva analogica che si muove su un solo asse a 360° in modo continuativo senza interruzioni.
Una soluzione tanto semplice quanto innovativa considerando che questa leva può prestarsi a tante soluzioni di gameplay inusuali: da quello che potrebbe essere un tipico gioco di pesca in cui azionare il mulinello ad un gioco di atletica dove la velocità di rotazione è la chiave del successo, fino agli esperimenti più particolari come quello di Crankin’s Time Travel Adventure introdotto sul profilo twitter della console (il cui post potete vedere in fondo all’articolo) , in cui la manovella gestirà lo scorrere del tempo che avanzerà od indietreggerà secondo la direzione e la velocità della leva .

Semplicità

Semplicità è la chiave di questa console che ha un display in bianco e nero e punta tutto sulla fantasia delle produzioni indipendenti.
Panic è difatti innanzitutto un produttore di giochi indie e con il suo progetto vuole dare una casa a tutti coloro che hanno una buona idea per la loro console che vogliono facile da portare, semplice e divertente.
Nomi come Bennett Foddy, Zach Gage, Shaun Inman e Keita Takahashi sono stati contattati dai Panic e alla domanda ” vi andrebbe di creare un gioco per la nostra console” la risposta è stata… “yeah”! sorprendendo positivamente i ragazzi di Panic.

Costo e giochi

La console sarà lancianta nel 2020 ed avrà un costo di $149.
Il prezzo non è dei più economici considerando che i giocatori si dovranno accontentare di uno schermo bianco e nero dalle dimensioni ridotte ed un comparto grafico meno sofisticato della concorrenza mobile.
C’è un “però” grande come una casa in quanto nel prezzo di acquisto della console sono inclusi anche i 12 giochi previsti nella season one, che si arricchirà di altri giochi che saranno distribuiti e scaricati automaticamente una volta a settimana direttamente dalla console.
Fattore non da poco considerando che in questa maniera la console si mantiene “fresca” e che per quanto economici possano essere i giochi indie almeno 1/3 del prezzo di acquisto sarebbe stato assorbito dall’acquisto di questi.

La Playdate è sicuramente una console interessante se non altro per l’idea che c’è alla base ossia quella di un hardware semplice su cui sviluppare che possa dare sfogo alla creatività degli studi indipendenti che spesso hanno poche risorse ma molte buone idee.
Il divertimento che può regalare un gioco non scaturisce tanto dalla grafica mozzafiato quanto dall’ispirazione che sta alla base di esso e a come gli sviluppatori riescono ad utilizzare i comandi in modo coinvolgente.

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi