Oggi come preannunciato ampiamente da Microsoft finisce il supporto ufficiale a Windows 7.
Uno dei sistemi operativi più amati di sempre ed ancora molto diffuso sia in ambiente domestico che professionale dopo 10 anni di onorata carriera va in pensione.
Si potrebbe dire che sarà la fine di un era, non solo perchè come accennato moltissimi utenti hanno resistito a qualsiasi tentazione di passare a Windows 10, ma perchè l’affermazione del nuovo sistema operativo segna di fatto il passaggio ad una generazione composta da smart device interconnessi, intelligenza artificiale, cloud e app.

Cosa comporta la fine del supporto di Windows 7? Il computer smetterà di funzionare?
No.
Possiamo tranquillizzarvi dicendo che se non avete provveduto ad effettuare l’aggiornamento a Windows 10 e domani proverete ad accendere il vostro PC o notebook, questo si accenderà esattamente come ha sempre fatto.

A questo punto verrebbe da chiedersi: allora cosa cambia? Rimango con Windows 7!
Cambia.
Anche se il sistema operativo continua a funzionare nonostante la fine del supporto (come tutti i software in commercio d’altro canto) la mancanza di aggiornamenti ne espone il ventre molle, rendendolo molto più vulnerabile a virus e malware di ogni genere.
La ricerca di falle e vulnerabilità all’interno dell’architettura di Windows 7 non verrà più portata avanti e conseguentemente nessuno ci metterà “una pezza”.

Se ho l’antivirus ci pensa lui a proteggere il computer?
Si e no.
Presupponendo che si abbia un antivirus davvero buono ( Kaspersky e Norton sono acquistabili dal nostro sito cliccando sui loro nomi) è vero che questi si andranno ad ergere di fronte ai possibili tentativi di infezione, tuttavia progressivamente gli sforzi profusi per ottimizzare l’antivirus su un sistema operativo dismesso, il quale potrebbe avere delle vulnerabilità intrinseche, andranno esaurendosi.
La spesa in ricerca non è conveniente.
Ecco quindi il momento del “no”, che fa fronte al fatto che anche gli antivirus non costituiranno una protezione efficace poco dopo la fine del supporto.

I virus non mi fanno paura. Lo userò lo stesso.
Per poco.
A non avere più grande voglia di investire risorse su un sistema obsoleto non saranno solo le case produttrici di antivirus ma anche quelle di diversa natura: browser internet, stampanti, scanner, periferiche di gioco, device mobili ecc.
Quindi la compatibilità del proprio computer con il mondo che lo circonda sarà sempre ridotta facendo crescere il numero di problemi che si dovranno affrontare per fare anche le cose più semplici.

Voglio Windows 7 a qualsiasi costo, cosa posso fare?
Pagare
“A qualsiasi costo” è proprio la formula magica che spesso sblocca le porte chiuse, anche se in questo caso la apre a metà.
Le aziende (piccole, medie e grandi) che intendono proseguire con Windows 7 possono invece sottoscrivere gli aggiornamenti di sicurezza estesa (ESU, Extended Security Update) fino al 2023.
Il servizio ha un costo considerevole, si parla infatti di una richiesta tra 25 e 200 dollari per workstation, a seconda della versione di Windows 7 in esecuzione, Enterprise o Pro, e della durata degli aggiornamenti.
Le altre versioni di Windows 7 non avranno questa possibilità, quindi chi ha ad esempio una Home dovrà rassegnarsi.

Aziende
Le aziende saranno quelle che dovranno porre maggiore attenzione per la fine del supporto a Windows 7.
Per ottemperare agli obblighi imposti dal GDPR infatti dovranno assolutamente avere un sistema operativo supportato, adoperandosi conseguentemente per acquistare il supporto esteso oppure acquistando un nuovo computer o fare un aggiornamento a Windows 10.

Per mettersi in regola aggiornando il proprio computer all’ultima versione di Windows 10 o per sostituire una macchina obsoleta, in modo da evitare qualsiasi problema relativo al regolamento sulla privacy e trattamento dei dati GDPR, diminuire il rischio di infezione da virus o attacchi haker e non avere problemi legati alla compatibilità con periferiche e siti web contattateci o visitate la nostra pagina di selezione del mese con i migliori PC in rapporto alla qualità/prezzo

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi