Le voci che si rincorrevano in questo periodo che vedevano una nuova incarnazione del Sistema Operativo di Microsoft invece di un nuovo aggiornamento “feature update” si sono rivelate fondate perchè è arrivato l’annuncio ufficiale durante il Microsoft Windows Event: Windows 11 sarà tra noi.

La scelta del nome si mantiene lineare facilitando l’individuazione della release confermando anche qui le indiscrezioni più diffuse, ma le novità introdotte sono molte ed alcune di indubbio interesse.

Interfaccia

Il restyling dell’interfaccia grafica è uno dei punti su cui Microsoft si è concentrata di più, sia sul piano funzionale che su quello estetico.
Cominciamo da un cambiamento che potrebbe sembrare soft ma che costituirà una piccola rivoluzione per chi è abituato ad andare a trovare a colpo sicuro le icone sulla barra delle applicazioni: il menu Start di Windows 11 è allineato al centro della taskbar.

Niente più margine sinistro per chi cerca il menù di Start quindi, ma ai più attenti non sarà sfuggito il dettaglio che la finestra visualizzata si presenta con gli angoli arrotondati, scelta estetica che si rifletterà anche sulle icone, similarmente a quanto è avvenuto nell’evoluzione delle interfacce dei dispositivi mobile.

Proseguendo sul tema, sono stati introdotti nuovi layout per lo “snap” delle finestre in diverse posizioni in base alle vostre preferenze.
Inoltre, sarà possibile tornare alla visualizzazione precedente tramite la funzionalità “Snap Groups” che vi permetterà di ripristinare la disposizione delle finestre anche nel caso siate stati interrotti da un’attività improvvisa, come la risposta ad una e-mail.

Probabilmente gli utenti più eddentrati di Android troveranno la similitudine tra questa possibilità ed il menù del multitasking del robottino verde che consente varie tipologie di ancoraggi o affiancamento delle finestre.

Microsoft Team

Il software di meeting e condivisione di Microsoft ha avuto che un largo sviluppo e utilizzo nel corso dell’ultimo anno a causa della pandemia, sarà integrato direttamente in Windows 11.
Fornendo uno strumento che permetterà a tutti di restare in contatto con colleghi, amici e parenti. Windows 11 fornirà un’esperienza consistente indipendentemente dal dispositivo utilizzato, mostrando una tastiera a schermo o passando a tool creativi per l’utilizzo di una penna sullo schermo.
Migliorata anche la capacità di dettatura e riconoscimento vocale, con la possibilità di impartire molti più comandi usando la propria voce.

Microsoft Store

Una novità sostanziale riguarda lo Store di Microsoft per scaricare app e giochi.
E’ stato completamente cambiato e, anche in questo caso, l’esperienza sarà personalizzata mostrando film e altri contenuti più affini ai gusti dell’utente ma, soprattutto, gli sviluppatori potranno proporre le loro applicazioni in qualsiasi formato, come Win32, PWA o UWP, e si potranno avere anche app sviluppate in origine per Android grazie alla tecnologia Intel Bridge e proposte su Microsoft Store tramite la sezione Amazon Appstore.

Aggiornamenti

Sul fronte degli aggiornamenti di sistema la novità importante è che questi saranno il 40% più leggeri , pertanto saranno più veloci da scaricare ed installare.

Gaming

Microsoft ha pensato anche ai videogiocatori e direttamente dalla linea di console Xbox, infatti, arriveranno le funzionalità Auto-HDR e le API Direct Storage per migliorare ulteriormente l’esperienza di gioco
Xbox Game Pass, il servizio di Microsoft che consente di accedere ad una vasta libreria di titoli pagando semplicemente un abbonamento, sarà parte integrante del sistema operativo, così come Xbox Cloud Gaming.

Requisiti

Si alza l’asticella dei requisiti minimi senza esagerare troppo considerando l’evoluzione delle risorse a disposizione dei PC di oggi.
Processore a 64 bit con velocità di clock minimo pari a 1 GHz e 2 o più core, un quantitativo di 4 Gb di ram e uno spazio di archiviazione disponibile di almeno 64 Gb.
Quei 4 Gb di RAM potrebbero risultare invadenti per una buona parte dei laptop attualmente in uso, dato che 4 Gb di RAM è stata (ed è) la dotazione di partenza di una vasta gamma di modelli.
Niente che non si possa risolvere con un Upgrade della RAM per chi dovesse utilizzare programmi pesanti oppure desiderasse più potenza a disposizione.

E’ possibile aggiornare il proprio computer a Windows 11 dalle versioni precedenti senza perdita dati o software.

Il rilascio di Windows 11 è previsto per la fine del 2021

Contattaci qui per effettuare l’aggiornamento!

 

Chiudiamo l’articolo con il video release di Microsoft

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi